Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente

Mirandola Dott. Mattia

Formazione

• Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università degli Studi di Verona nell’anno 2000.
• Abilitazione all’esercizio della Professione di Medico Chirurgo con Esame di Stato presso l’Università degli Studi di Verona e regolare iscrizione all’Albo Professionale dei Medici Chirurghi della Provincia di Vicenza dal 12/09/2001.
• Diploma di idoneità in diagnostica vascolare non invasiva ottenuto al corso teorico – pratico della Società Italiana di Diagnostica Vascolare S.I.D.V. – G.I.U.V. (Padova, 2003).
• Specializzazione in Chirurgia Vascolare conseguita presso l’Università degli Studi di Verona nell’anno 2005 discutendo la tesi dal titolo: “Follow-up dei pazienti sottoposti ad EVAR: importanza della forza radiale sviluppata dall’endoprotesi sull’evoluzione del colletto aortico prossimale” riportando la votazione di 50/50 e lode.

Aree di interesse medico-scientifico

L’attività del Dott. Mirandola si è da sempre concentrata sulle procedure mininvasive di chirurgia endovascolare.
Alla fine degli anni ’90 l’utilizzo di endoprotesi vascolari per la correzione degli aneurismi aortici era ancora in fase iniziale ed ebbe l’opportunità di effettuare uno studio sperimentale sull’utilizzo di varie tipologie di endoprotesi; questo studio si concretizzò nell’anno 2000 nella sua tesi di laurea. Negli anni successivi ha avuto modo inoltre di collaborare all’organizzazione di training didattici per la dimostrazione dal vivo delle metodiche endovascolari.
Anche nel campo Flebologico, in quegli stessi anni, ha avuto modo di utilizzare le emergenti metodiche mininvasive quali l’obliterazione della vena safena con metodica laser (ELVeS) e la scleromousse eco-guidata delle varici degli arti inferiori. Più recentemente, dopo una breve esperienza con l’utilizzo della metodica con radiofrequenza, il Centro presso cui lavora ha assunto il ruolo di Centro di formazione in Europa per l’utilizzo e l’insegnamento della nuova metodica di ablazione meccano-chimica della vena grande e piccola safena, ovvero MOCA (Clarivein). Dal 2014 pertanto, in collaborazione con il Dott. Andrea Griso, tengono mensilmente dei corsi internazionali teorico pratici per l’insegnamento della metodica a medici chirurghi.
Dal 2005, dopo essersi occupato dell’Ambulatorio Vulnologico e del Piede Diabetico presso l’Ospedale di Peschiera del Garda, ha approfondito le metodiche endovascolari nel trattamento delle arteriopatie periferiche ed in particolare del distretto sottogenicolare nel piede diabetico.
A questo si affianca l’attività di chirurgia vascolare tradizionale quale ad esempio la chirurgia dell’arteria carotide con particolare attenzione, in ogni caso, alla ricerca di nuove metodiche mininvasive.

Esperienze lavorative

• 1999-2005 ha svolto attività autonoma di sala operatoria e di diagnostica vascolare non invasiva ed invasiva presso la Chirurgia “A” – Chirurgia Vascolare del Policlinico “G. B. Rossi” di Verona
• 2003 Medico frequentatore presso il Reparto di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale civile “Ca’ Foncello” di Treviso diretto dal Dott. Lorenzo Ganassin
• 2003-2005 Medico frequentatore in Sala Angiografica presso la Radiologia dell’Ospedale “Sacro Cuore” di Negrar (VR) con il Dott. Giuseppe Taddei e presso l’Istituto di Radiologia del Policlinico “G. B. Rossi” di Verona con il Prof. Giancarlo Mansueto svolgendo attività di diagnostica vascolare invasiva con procedure di rivascolarizzazione endoluminale.
• 2005 Attività chirurgica di sala operatoria e diagnostica vascolare non invasiva presso la Casa di Cura privata “S. Maria Maddalena” di S. M. Maddalena (RO) e presso l’Ospedale “Cittadella Socio Sanitaria” di Cavarzere (VE).
• 2006-2007 Medico di Guardia attiva presso il Reparto di Chirurgia Vascolare e Toracica dell’Ospedale Centrale di Bolzano.
• Da novembre 2005 lavora presso il Reparto di Chirurgia Vascolare diretto dal Dott. Marcello Lino del Presidio Ospedaliero - A.S.L. n° 22 Regione Veneto - “Casa di Cura Privata Polispecialistica Dott. Pederzoli” di Peschiera del Garda (VR).
• Dal 2006 effettua Diagnostica vascolare non invasiva presso la “Casa di Cura Privata Polispecialistica Dott. Pederzoli” di Peschiera del Garda (VR), la Casa di Cura privata “Solatrix” di Rovereto (TN), la Casa di Cura privata “S. Maria della Salute” di Porto Viro (RO).
• Direttore Sanitario della Cooperativa Sociale “Croce Berica - Lonigo Soccorso” – servizio di pubblica assistenza - con sede in Almisano di Lonigo (VI), da aprile 2005 e di Cooperativa “Croce Bianca Vicentina” Onlus con sede operativa in Sossano (VI), da ottobre 2009.
• 2013 maggio Medico osservatore presso il reparto di Chirurgia Vascolare del “Ronald Reagan” UCLA Medical Center a Los Angeles diretto dal Dott. William Quinones-Baldrich


Comunicazioni presentate in qualità di relatore a congressi nazionali - internazionali

• “Criteri di scelta preoperatoria tra le diverse tipologie di endoprotesi nel trattamento endovascolare degli aneurismi dell’aorta addominale”.
XXII Congresso Nazionale Società Italiana di Angiologia e Patologia Vascolare. Roma, 29 novembre – 2 dicembre 2000.

• “La nostra esperienza dopo oltre 100 aneurismi dell’aorta addominale trattati per via endovascolare”.
XXII Congresso Nazionale Società Italiana di Angiologia e Patologia Vascolare. Roma, 29 novembre – 2 dicembre 2000.

• “Attuali orientamenti nei criteri anatomici di selezione dei pazienti da sottoporre a trattamento endovascolare per AAA”
XXXIII Convegno Interregionale della Società Italiana di Angiologia e Patologia Vascolare – sezione triveneta. Negrar, 13 giugno 2003

• “Dilatazione del colletto prossimale e migrazione correlate alla forza radiale delle endoprotesi: nostra esperienza del follow-up dell’EVAR”.
IV° Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare. L’Aquila, 28 settembre – 1 ottobre 2005

• “Haemobilia and selective embolisation of hepatic artery aneurysm: a case report”.
8th International Vascular & Endovascular Course and 1th European Congress of the International Society for Vascular Surgery. Milano 14 – 16 ottobre 2007

• “Ablazione meccano-chimica (MOCA): indicazioni, tecnica, risultati”
AFIday Triveneto. Vicenza 17 gennaio 2015

• “By-pass ibrido femoro-popliteo in pazienti con ischemia critica. Caso clinico e revisione della nostra esperienza”.
Patologia ostruttiva aorto-iliaca ed arteriopatia cronica degli arti inferiori. Napoli 30 novembre – 1 dicembre 2015

• “Mechanochemical ablation of saphenous vein: 3 years of experience”
LINC 2016 - Leipzig-interventional-course. Lipsia (Germany) 26-29 gennaio 2016